Secondo indiscrezioni diffuse dal quotidiano  “Il Messaggero”, Intesa Sanpaolo sarebbe in procinto di realizzare una dismissione di crediti non performing per un controvalore di circa 4 miliardi. (leggi l’articolo)

Il progetto Cuvée, operativo attraverso una innovativa piattaforma multi-originator per la gestione di crediti UTP (Unlikely to Pay) relativi al settore immobiliare, amplia ulteriormente le proprie masse in gestione, grazie a un conferimento di 52 milioni di euro da parte di BPER Banca. (leggi l’articolo)

CRIF – società globale con sede a Bologna e specializzata in credit bureau e informazioni commerciali, nonché in soluzioni digitali avanzate per lo sviluppo del business e l’open banking – ha investito nel capitale sociale di Fido Srl – fornitore di digital scoring con sede a Milano. (leggi l’articolo)

La Fabi ha scattato una fotografia sulla geografia dei rischi delle banche. Il quadro, disegnato a fine 2020, vede 71,1 miliardi di euro di crediti deteriorati concentrati nelle aziende italiane e solo 14,4 miliardi di euro nelle famiglie. (leggi l’articolo)

Banca Valsabbina ha reso noto l’ingresso nel capitale di Cardo AI, Fintech nata nel 2018 e cresciuta fino a contare 35 dipendenti, di diverso profilo tra sviluppatori software, data scientists, ed esperti di finanza strutturata e investimenti di private debt, basati a Milano, Londra e Tirana. (leggi l’articolo)

Insieme con l’elevato livello raggiunto dal debito pubblico anche la crescita dei valori immobiliari costituisce un elemento di debolezza e un peso sul sentiero della ripresa, secondo quanto evidenziato dalla Banca Centrale Europea (BCE) nel suo rapporto semestrale sulla stabilità finanziaria. (leggi l’articolo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X