Dalla Redazione Real Estate

COIMA e OTB per la riqualificazione Porta Romana a Milano

Coima Sgr e Red Circle, la società di investimenti immobiliari di Renzo Rosso, hanno concluso un accordo per la riqualificazione del sito industriale di via Lorenzini nel quartiere di Porta Romana a Milano che ospiterà il Gruppo OTB con le sedi dei marchi Jil Sander e Marni.

Il fondo gestirà la riqualificazione dell’ex sito industriale del gruppo farmaceutico Boehringer, il cui progetto è stato affidato allo studio americano Kohn Pedersen Fox (KPF) attraverso un concorso internazionale di architettura.

I lavori, a pochi metri dalla Fondazione Prada e dal villaggio olimpico Milano-Cortina 2026, inizieranno a fine anno e termineranno nel 2025: prevedono la demolizione del complesso di Lorenzini 8, composto da cinque strutture industriali, e la realizzazione di due nuovi edifici. Gli edifici di Lorenzini 10 e Lorenzini 12 saranno invece oggetto di una riqualificazione armonica con lo stile architettonico del primo edificio.

Il complesso sarà sviluppato in un’ottica di massima efficienza, flessibilità e sostenibilità, integrando i più innovativi criteri ESG con diversi obiettivi misurabili.
“La partnership fra Coima e Red Circle di Renzo Rosso consolida una collaborazione pluriennale avviata in Porta Nuova e che adesso prosegue in Porta Romana”, spiega Manfredi Catella, Fondatore e Ceo di Coima, mentre Renzo Rosso, presidente di Red Circle e del gruppo Otb ricorda che “Milano sta vivendo un momento magico di sviluppo e trasformazione successivo all’Expo ed è in grande fermento per la preparazione delle Olimpiadi del 2026. Le più grandi aziende di moda e lusso del mondo stanno trasferendo le loro sedi in questa città che si candida a diventare la capitale mondiale della moda”, conclude Rosso.

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X