Dalla Redazione Fintech

JP Morgan fa il pieno di Fintech con Renovite

Jp Morgan, storica banca d’investimento americana, ha reso nota la sottoscrizione di un accordo per l’acquisizione di Renovite Technologies, tra le principali società di tecnologia dei pagamenti cloud-native, con l’obiettivo di costruire una piattaforma di merchant acquiring di nuova generazione.

La strategia di espansione nel Fintech del gruppo americano ha visto l’acquisizione di almeno 5 società FIntech dalla fine del 2020 nel tentativo di aumentare l’efficienza dell’infrastruttura del gruppo e tenerla al passo con la concorrenza, anche in considerazione dell’accelerazione impressa dalla pandemia al progredire della innovazione tecnologica.

Le operazioni nel settore concluse nell’ ultimo anno e mezzo hanno riguardato:

  • OpenInvest, una piattaforma tecnologica su portafogli Esg,
  • Viva Wallet, una fintech greca leader europea nei pagamenti based per piccole e medie imprese,
  • NutMeg Saving and Investment nel Regno Unito, piattaforma di risparmio digitale di Chase International,
  • 55ip  Global Shares
  •  VW Payments in quota al 75%

Max Neukirchen, responsabile delle soluzioni per i pagamenti e il commercio, ha dichiarato che:
“Questa acquisizione ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo di sviluppare la piattaforma di elaborazione dei pagamenti di prossima generazione a livello globale”

Renovite è stata fondata Fremont, California, nel 2015 e si concentra sulla tecnologia cloud-native. La società è presente anche in India e nel Regno Unito e fornisce servizi a Jp Morgan dal 2021. Questa acquisizione integra l’investimento strategico proposto dall’azienda in Viva Wallet (soggetto alle approvazioni normative) e la partnership strategica con Volkswagen Financial Services. La mossa serve anche a contrastare la concorrenza di gruppi cone Block e Stripe che negli ultimi tempi soo in forte crescita e hanno messo in discussione la posizione di numero uno detenuta da Jp Morgan nei servizi di pagamento per volumi con transazioni processate di 9 mila miliardi di dollari l’anno.

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X