BPER ha selezionato Gardant ‘per l’avvio di una fase di negoziazione esclusiva avente ad oggetto la costituzione di una partnership strategica riguardante la gestione delle esposizioni creditizie deteriorate del gruppo’, sia in termini di Npl che di Utp.

L’intesa, spiega una nota, prevedra’ ‘la creazione di una piattaforma di servicing e la contestuale stipula di un contratto di durata decennale per la gestione e il recupero dei crediti Npl e Utp del gruppo Bper in partnership con Gardant’, nonche’ ‘la cessione di portafogli di crediti Npl e Utp del gruppo Bper pari rispettivamente a circa 1,5 miliardi e un miliardo al lordo delle rettifiche di valore, con l’obiettivo di conseguire il pieno deconsolidamento contabile e regolamentare del portafoglio alla data del closing’.

L’operazione, conclude la banca, ‘rappresenta una delle più importanti leve strategiche del nuovo piano industriale del gruppo Bper 2022-2025 e permetterà potenzialmente alla banca di ridurre il costo del rischio prospettico, sia per effetto del clean-up del portafoglio crediti che dell’atteso miglioramento delle performance di recupero’. Rothschild ha seguito l’operazione per conto di Gardant.

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X