Dalla Redazione Investor, servicer e debt buyer NPL e crediti deteriorati

Illimity acquisisce Aurora Recovery Capital

Illimity Bank S.p.A. e i soci di Aurora Recovery Capital S.p.A. hanno reso noto il raggiungimento di un accordo finalizzato all’acquisizione di Arec, società specializzata nella gestione di crediti Unlikely to Pay (“UTP”) con focus sul segmento corporate real estate, da parte di illimity.
Al 2021 la Società contava un EBITDA di circa 3,1 milioni di euro, mandati di gestione da numerosi investitori istituzionali internazionali e banche italiane ed estere e un team di circa 40 professionisti dalle competenze specialistiche, che spaziano dalla gestione di procedure concorsuali e processi di ristrutturazione di crediti distressed, alla gestione e rilancio di patrimoni immobiliari complessi. A partire dal 2022 sono attese rilevanti variable fee relative alle performance di alcuni portafogli oggetto di gestione che contribuiranno all’EBITDA della Società. Arec opera come special servicer su portafogli di crediti UTP mid e large ticket corporate real estate oggetto delle cartolarizzazioni, oltre a fornire servizi di consulenza specialistica e asset management.
Illimity acquisirà il 100% del capitale sociale di una società di nuova costituzione (“NewCo”) nella quale sarà stato preventivamente conferito l’intero perimetro di business di Arec, valutato 40 milioni di euro come enterprise value; tale valutazione riflette la struttura della società e la potenzialità della stessa di generare nuovo business, oltre che commissioni fisse e significative commissioni variabili legate ai contratti in essere.
L’acquisizione sarà perfezionata mediante: (i) conferimento in illimity del 90% delle azioni di NewCo, per un ammontare di 36 milioni di euro, a liberazione di un aumento di capitale sociale di illimity, con esclusione del diritto d’opzione ai sensi dell’art. 2441, comma 4, del Codice Civile, riservato ad Arec, da liberarsi mediante il richiamato conferimento, con emissione di n. 2.769.230 azioni ordinarie ad un prezzo di emissione delle nuove azioni illimity determinato in 13,00 euro per azione, avuto anche riguardo all’andamento del prezzo di Borsa precedente l’inizio del conflitto tra Russia e Ucraina, e (ii) acquisizione per cassa del restante 10% delle azioni di NewCo per complessivi 4 milioni di euro. Si precisa che la componente per cassa sarà opportunamente rettificata per riflettere il valore della posizione finanziaria netta della NewCo, determinata alla data di perfezionamento dell’operazione.
Dall’integrazione di Arec nel Gruppo illimity finalizzata alla successiva fusione con neprix nascerà un operatore completo nel servicing distressed corporate, capace di massimizzare il valore delle varie tipologie di crediti, con particolare focus sul segmento dei crediti UTP. La realtà che deriverà dall’integrazione potrà infatti contare su oltre 9 miliardi di euro di crediti in gestione, di cui oltre 3 miliardi di euro relativi a crediti UTP Corporate.
Con riferimento ai principali impatti attesi sui risultati del gruppo acquirente il management stima che l’operazione e le potenziali sinergie sopra descritte produrranno un effetto positivo sull’utile prima delle imposte del Gruppo illimity, che si prevede possa attestarsi nell’intorno di circa 8 milioni di euro nel 2023 e di circa 11 milioni di euro nel 2025, incrementali rispetto ai target del Piano Strategico 2021-25. Il perfezionamento dell’operazione, atteso entro il 2022, è subordinato alla preventiva autorizzazione dell’Autorità di Vigilanza e alla deliberazione dell’Assemblea degli azionisti di illimity, nonché alla positiva verifica delle condizioni sospensive standard per questa tipologia di operazioni.
Andrea Battisti, CEO di neprix, ha dichiarato: “Prosegue il percorso di crescita di neprix che attraverso questa acquisizione rafforzerà ulteriormente il proprio posizionamento sia in ambito UTP che real estate. Si amplierà inoltre in modo significativo la gestione di crediti anche per soggetti terzi rispetto al Gruppo illimity. Puntiamo a crescere ulteriormente anche in tale ambito e a valorizzare le potenzialità che deriveranno dall’unione delle elevate competenze tecniche dei team neprix e Arec con l’obiettivo di costruire un nuovo leader nel settore del servicing specializzato.”.
Marco Sion Raccah, Direttore Generale di Arec, ha dichiarato: “L’integrazione tra neprix e Arec è l’unione tra due eccellenze complementari tra di loro che sbloccherà importanti opportunità di business. Grazie al posizionamento di mercato già acquisito si porrà come player di riferimento in diverse asset class e grazie ai tools offerti dal Gruppo illimity potrà ampliare il proprio raggio di azione nello sviluppo del financing e nello structuring di deal complessi. Le sinergie tra Arec, neprix e illimity saranno molteplici ma la missione core sarà quella di portare l’approccio sartoriale che Arec applica agli investimenti mid e large anche alla gestione degli investimenti small e unsecured,

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X