Credito e consumatori Scelti per voi

Cartelle, le notifiche in letargo per 150 giorni

Notifiche delle cartelle a effetto ritardato. La cartella dispiegherà i suoi effetti fino a 150 giorni dopo la consegna al contribuente. Mentre è allo studio la norma per il ripescaggio dei decaduti delle 10 rate. L’agenzia delle riscossione dopo 10 rate non pagate farà scattare un ultimo avviso, una intimazione per mettersi in regola dopodicché avvierà le procedure del caso. Sono queste alcune delle novità approvate nella risoluzione di camera e di senato sulla riscossione che troverà rapida attuazione nel decreto legge fiscale che anticipa la legge di bilancio e che il governo si appresta ad approvare a stretto giro. Nel decreto altre misure quali quelle sulla sicurezza del lavoro, le risorse per finanziare fino a fine anno la cassa integrazione d’emergenza in vista della scadenza il 31 ottobre e i congedi parentali per covid-19. Gli altri punti approvati ieri tra cui un salvagente per i decaduti delle 10 rate e la rottamazione quater troveranno spazio nella legge di bilancio. Ecco quali sono le novità in arrivo sulla riscossione.

Non una nuova sospensione ma un avvio extra soft. Le notifiche partiranno ma entreranno in vigore dopo 150 giorni la consegna dell’atto. «. In un passaggio», spiega…

Fonte: Italia Oggi

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X