Eurobank , uno dei quattro maggiori istituti di credito greci, ha firmato un accordo con il credit servicer doValue per vendere una parte delle note mezzanine e junior di una cartolarizzazione del portafoglio prestiti in sofferenza da 5,2 miliardi di euro.

Le banche greche stanno ripulendo i loro bilanci dai prestiti in sofferenza attraverso vendite definitive e cartolarizzazioni nel tentativo di raggiungere rapporti di prestiti in sofferenza (NPL) a una cifra l’anno prossimo per portarli vicino alle medie della zona euro.

Il portafoglio di prestiti in sofferenza, chiamato progetto Messico, ha un valore contabile lordo di 3,2 miliardi di euro e doValue si occuperà dei prestiti in sofferenza.

La transazione dovrebbe essere completata entro la fine di dicembre, a determinate condizioni, compresa l’emissione di una decisione ministeriale per includere la cartolarizzazione del Messico nello schema di riduzione dei prestiti cattivi del governo Hercules II.

Eurobank ha detto che i prestiti in sofferenza della cartolarizzazione del Messico saranno riclassificati come “tenuti per la vendita” nel terzo trimestre.

Il completamento della vendita delle note del Messico e la cancellazione dei prestiti del Messico avverrà nel quarto trimestre di quest’anno.

L’operazione non avrà alcun impatto materiale sui coefficienti patrimoniali regolamentari di Eurobank e il suo rapporto NPE (non-performing exposures) dovrebbe attestarsi al 7,3%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X