Banche, Originator e Imprese Scelti per voi

Gruppo Monte dei Paschi: perfezionate due operazioni di cartolarizzazione sintetica

Il Gruppo Montepaschi ha perfezionato in data odierna due operazioni di cartolarizzazione sintetica riguardanti, rispettivamente, un portafoglio di crediti erogati da Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. (BMPS) a corporate/PMI italiane, classificati prevalentemente in Stage 2, ed un portafoglio di finanziamenti specializzati erogati da MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A., di ammontare complessivo pari a circa 1,4 miliardi di euro.
Grazie a tali cartolarizzazioni, il rischio Junior (per la cartolarizzazione su finanziamenti specializzati) e Mezzanine (per entrambe le operazioni) dei due portafogli verrà trasferito ad un soggetto terzo (il fondo Christofferson Robb & Company – “CRC”), tramite un contratto di garanzia. Le operazioni, che sono state notificate all’autorità di vigilanza per le valutazioni di competenza, contribuiranno alla realizzazione del piano di sostegno agli indicatori patrimoniali di Gruppo pianificati per il 2021 e libereranno risorse per erogare, successivamente, nuovo credito al tessuto economico e produttivo.
Le due cartolarizzazioni rappresentano le prime operazioni della specie in Italia aventi ad oggetto un portafoglio di crediti prevalentemente classificati in Stage 2, ed un portafoglio di finanziamenti specializzati soggetti all’applicazione, a fini prudenziali, del cosiddetto “Supervisory Slotting Criteria”, confermando l’approccio innovativo del Gruppo Montepaschi alla gestione del portafoglio creditizio.
BMPS ha strutturato le operazioni con il supporto di Intesa Sanpaolo – attraverso la Divisione IMI Corporate & Investment Banking – in qualità di Arranger collocatore, e di Chiomenti nel ruolo di Advisor legale.

Fonte: Gruppo Monte dei Paschi

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X