Credito e consumatori Dalla Redazione

Recovery Plan: senza il cofinanziamento da parte dei privati (e delle banche) il PRR non potrà decollare e raggiungere risultati ottimali

Come ben noto gli investimenti pubblici hanno valenza, ma limitata: sono molto importanti gli effetti indotti se l’intervento pubblico favorisce così un effetto moltiplicatore.

Gli investimenti della PA non aumentano direttamente lo stock di capitale nell’economia, ma costituiscono un importante volano utile che fa da moltiplicatore e concorre alla formazione del PIL e all’aumento indotto dell’occupazione. Occorre quindi attivarsi con concrete operazioni perché il capitale privato venga co-investito evitando che le risorse pubbliche limitate vengono disperse per incapacità gestionali o addirittura sprecate per incapacità di realizzazione come purtroppo avvenuto in passato.

Il presidente Draghi ha una credibilità interna ed internazionale che può consentire al nostro Paese di giocarsi al meglio il PRR recovery plan come volano di sviluppo anche per attrarre investimenti sia italiani che esteri.

Il principio della complementarietà reciproca degli investimenti pubblici e privati deve far crescere il PIL e l’occupazione con la massimo potenzialità possibile: questa è la “scommessa” in sintesi sulla quale si basa il futuro dell’Italia e delle nuove generazioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X