Credito e consumatori Dalla Redazione Fintech In Evidenza

Recupero crediti, Fides S.p.A. protagonista della trasformazione digitale e di una nuova customer experience

Il 2020 si è chiuso con una grande novità nel settore del recupero crediti. Fides S.p.A., azienda leader nei servizi per la tutela del credito, ha lanciato una nuova piattaforma che digitalizza il processo dall’inizio alla fine. Un salto di qualità dal punto di vista della customer experience che, mettendo al centro l’utente e le sue esigenze, punta ad offrire un servizio rapido ed efficiente. La piattaforma integra una serie di possibilità, dalla gestione automatizzata delle comunicazioni all’attivazione dei reminder per le scadenze, all’utilizzo della chat box per trovare velocemente una risposta ai propri dubbi, che permettono al cliente maggiore velocità e semplicità nella gestione della propria pratica. Tra i vari strumenti a disposizione c’è anche il sistema PayByLink che permette di inviare al destinatario un link attraverso il quale gestire la propria posizione debitoria in qualunque momento e ovunque si trovi.

Un sistema innovativo che, in questo momento più che mai, è utile perché permette di portare avanti azioni già customizzate e di gestire ogni situazione attraverso soluzioni personalizzate, risolvendo le eventuali criticità in modo rapido ed evitando che i piccoli problemi si aggravino. E questo, oltre a portare benefici sia all’azienda che all’utente, fa bene all’intero sistema in un momento complesso come quello che stiamo vivendo, in vista della scadenza delle moratorie.

Antonio Cafaro, CEO & Founder di Fides S.p.A. ci racconta qualche dettaglio in più su questa nuova piattaforma.

 Cosa vi aspettate da questa nuova piattaforma?

A.C. L’idea di questa piattaforma rientra in una programmazione di lungo periodo che, per quanto ci riguarda, prescinde dall’emergenza Covid-19. Già in tempi non sospetti noi abbiamo guardato alla possibilità di effettuare delle operazioni a distanza, quando si è fisicamente in un altro posto, ampliando le possibilità di pagamento, oltre i canali tradizionali. Possiamo dire di aver dato una risposta a quella che è diventata più che mai un’esigenza. Crediamo che, così come oggi non possiamo più prescindere dalle grandi piattaforme di e-commerce, tra qualche anno non potremo più fare a meno di questi servizi. Non parliamo solo di un nuovo metodo di pagamento, ma di un portale integrato che permette di collegare il cliente ad una serie di strumenti, che attraverso una comunicazione più diretta vengono declinati in base alle sue esigenze. Ci troviamo di fronte ad un processo di trasformazione del nostro settore, in particolare della gestione del recupero crediti, e vogliamo giocare un ruolo da protagonisti nel cambiamento che sta vivendo la relazione con il cliente. Per questo è fondamentale puntare all’ubiquità dei servizi che, grazie alla digitalizzazione dei processi, possono diventare ancora più efficienti ed accessibili.

 Quante operazioni avete registrato finora e qual è l’obiettivo che pensate di raggiungere?

A.C. La piattaforma è stata lanciata ufficialmente a dicembre e siamo ancora in una fase di implementazione per cui stiamo offrendo ai nostri clienti una serie di servizi nuovi, che prevedono anche interessanti convenzioni con i sistemi di pagamento più evoluti. Ci sentiamo nel pieno di un processo di innovazione che non ha ancora esaurito la sua funzione, anzi ci auspichiamo che quanti più clienti possano sperimentare queste novità. Ad oggi abbiamo registrato grande entusiasmo e curiosità da più parti e crediamo che sia il momento giusto per far affermare questi nuovi strumenti di pagamento. Nella prima fase sono stati oltre 10.000 gli utenti che hanno interagito con il sistema PayByLink, mentre in totale sono quasi 200.000 le e-mail e gli SMS inviati tramite la piattaforma che utilizziamo anche per altre tipologie di comunicazioni. Nelle scorse settimane la piattaforma è diventata uno strumento molto utile per tutto quello che riguarda l’azione di querying, dal contatto iniziale alla gestione di tutte le richieste che ci arrivano dalle mandanti. Il sistema ci permette di ribaltare sulla piattaforma ogni richiesta, in modo customizzato, e questo si incastra perfettamente nei processi di workflow delle aziende e offre all’utente la possibilità di veicolare tutta la documentazione utile ad avere un quadro chiaro sulla propria situazione.

ARTICOLO PUBLIREDAZIONALE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X