Dalla Redazione Normativa e regolamentazione

Bankitalia: Calo Sofferenze in Ottobre

Secondo la rilevazione periodica Banche e moneta: serie nazionali , ad ottobre le sofferenze bancarie degli istituti italiani sono diminuite del 14,1% sui dodici mesi. L’istituto di emissione ha specificato che questa variazione può risentire dell’effetto di operazioni di cartolarizzazione.

Nello stesso mese, i prestiti al settore privato sono cresciuti del 4,2% sui dodici mesi (3,8% in settembre), tenendo conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, mentre i prestiti alle famiglie sono aumentati del 2,1% (come in settembre) e quelli alle società non finanziarie sono aumentati del 7,4% (6,8 nel mese precedente).

Con riferimento alla raccolta, i depositi del settore privato sono cresciuti del 10,2% sui dodici mesi (contro l’8,3% in settembre), mentre la raccolta obbligazionaria è diminuita dell’8,5% sullo stesso periodo dell’anno precedente (-5,9% in settembre).
In ottobre i tassi di interesse sui prestiti erogati nel mese alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, comprensivi delle spese accessorie, si sono collocati all’1,62% (1,61% in settembre), mentre quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo al 7,76% (7,89 nel mese precedente).

I tassi di interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie sono stati pari all’1,29% (come in settembre), quelli per importi fino a 1 milione di euro sono stati pari all’1,78%, mentre i tassi sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia si sono collocati allo 0,99%.

I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati pari allo 0,32% (0,33 in settembre).

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X