Scelti per voi

Experian: le Telco hanno un ruolo fondamentale nella ripartenza post-Covid

L’emergenza sanitaria creata dalla pandemia Covid-19 ha determinato anche una crisi finanziaria a lungo termine, con ripercussioni che sono ancora difficili da quantificare.

Se gli analisti prevedono in molti settori una riduzione significativa delle entrate, con scarse opportunità di recupero nel breve, le aziende di telecomunicazioni si trovano a vivere invece una stagione potenzialmente favorevole. Lo conferma Experian che ha analizzato i dati a propria disposizione per identificare alcuni trend importanti che riguardano soprattutto le aziende di telecomunicazioni.

L’emergenza ha rivelato quanto cruciali siano oggi più che mai i servizi telefonici e dati, a supporto sia dello Smart Working che per l’intrattenimento e le interazioni sociali. Si tratta di una domanda di utilizzo della rete ai massimi storici, che richiede adattamento e potenziamento delle infrastrutture di rete per assicurare agli utenti connessioni affidabili. Dati ed analytics – già di vitale importanza per la gestione delle reti – assumono un ruolo ancora più importante in termini di protezione e identificazione di nuove opportunità di crescita.

Potenziamento dei canali digitali

Tra quelli rilevati da Experian, tre dati in particolare ci aiutano a rappresentare da un lato il senso d’urgenza nell’intraprendere o accellerare un percorso di digitalizzazione dei processi, dall’altro le opportunità che da questo percorso derivano e che, rappresentano la base di una strategia di diversificazione ed efficientamento destinata a portare valore anche nel medio-lungo periodo.

  • -60% – Calo delle richieste di finanziamento come da interrogazioni ai nostri bureau. Tale calo vede, a fronte di una generale riduzione dovuta ai lockdown, una minore sofferenza negli operatori e lander che presentavano già un buon livello di maturità dei canali digitali
  • 2 milioni di nuovi consumatori online in 4 mesi – Questa readyness è stata inoltre ripagata da un repentino cambio nelle abitudini degli italiani (pensiamo al food-delivery, al ricorso forzato all’ecommerce per il non essenziale, allo smart working ed all’intrattenimento). I nuovi consumatori online sono di fatto triplicati, coinvolgendo anche fasce della popolazione storicamente meno propense
  • -20% – Una maggiore attenzione ai costi operativi è attesa nel mercato Telco, a compensazione del calo dei prezzi e degli effetti del deterioramento dei crediti

Il digitale lavora esattamente in questa direzione, portando opportunità di automazione ed efficienza lungo tutta la filiera, ma soprattutto senza penalizzare il business, anzi ampliandolo ed assecondando la crescente esigenza dei clienti di semplicità e personalizzazione.

Obiettivo: fedeltà a lungo termine

L’epidemia di COVID-19 ha obbligato la maggior parte dei paesi europei a scegliere l’isolamento, spingendo molti di noi ad affidarsi a piattaforme digitali per mantenere i contatti con colleghi, familiari e amici, richiedendo, di conseguenza, un aumento dei servizi dati e della larghezza di banda.

Attività di segmentazione, modelli e analisi dei tassi di propensione aiuteranno a identificare coloro che hanno più probabilità di diventare clienti fedeli.

Creare valore sociale

La connettività è da tempo considerata essenziale per la gestione della comunicazione e dello scambio di dati. Di fronte al COVID-19, molte telco si sono già attrezzate per offrire servizi innovativi, mentre anche i governi e le organizzazioni utilizzano sempre più spesso i dati cellulari per tracciare e controllare la diffusione del virus, per diffondere aggiornamenti e indicazioni, oltre che per promuovere le misure di distanziamento sociale e facilitare la teleassistenza.

Secondo Experian, in questo momento sono le aziende che operano nel mondo Telco quelle che più di altri riescono a sfruttare i dati alternativi, l’analisi avanzata, il machine learning e l’intelligenza artificiale a beneficio della società nel suo complesso.

Fonte: Experian

 

 

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X