Credito e consumatori Dalla Redazione

PROCUREMENT FORUM 2019 – Milan

IKN Italy ha presentato il 27 febbraio a Milano la seconda edizione di Procurement Forum, il convegno si e’ tenuto con il Patrocinio di ADACI – Associazione Italiana Acquisti & Supply Management.

Di fronte ad una platea composta in prevalenza da CPO – chief procurement officer, Buyer e manager Responsabili di Supply Chain, i relatori si sono confrontati sulla figura del moderno CPO in grado di individuare strategie e soluzioni alternative per avere maggiore competitività nel mercato, attraverso l’introduzione degli strumenti forniti dalla digital trasformation, automatizzando i processi d’acquisto per garantire trasparenza al life cicle del supply management e collocarsi come leader nell’organizzazione aziendale.

Nell’intervento di Apertura dei lavori a cura di IKN e’ stato lanciato l’item del convegno: Procurement & Innovation – come rivedere i processi, ottimizzarli e standardizzarli per rendere l’azienda competitiva, migliorare l’efficacia e ridurre la spesa. Il digitale è la svolta?

Di seguito si sono alternati sul palco

  • Intervento a cura di Adaci5 topics fondamenti dell’agenda di un CPO per il 2019: quali sfide?
  • Marco Baffoni CNH IndustrialDigital Procurement per ottimizzare la Supply Chain Ricambi
  • Tavola Rotonda – Modera Gianluca Metti – dibattito: Antonio Furci – Luca Montemezzo – Marco Chantre – Floriano Liguoro – Luca Mongiorgil ruolo del Buyer nel Ciclo di Acquisto, Come Creare valore attraverso un monitoraggio continuo dei costi di gestione dei fornitori
  • Gianluca Adduci Vitrociset –Procurement Innovation: come generare vantaggi dimostrabili e generare un cambiamento aziendale sia a livello quantitativo che qualitativo
  • Tavola Rotonda – Modera Armando Garosci – dibattito: Giampiero Carozza – Andrea Munari – Stefano Gentilini – Fabio Omar El Ariny – Marco Farinetti –E-Procurement come centro di integrazione di agility innovation e di digitalizzazione dei processi
    Il ruolo dell’Uff. Acquisti è sempre più strategico ed essenziale per la coordinazione delle innovazioni da apportare in azienda. CPO e CIO devono necessariamente collaborare in modo proattivo per rendere agile il rapporto con gli stakeholders, con i supplier e i clienti.
  • Panel Discussion – Modera Maria Teresa Cuomo – dibattito: Gianluca Adduci – Claudio Bruggi – Michele Zerbini. 

    Supplier Risk management e Sustainable Procurement: come acquisire un ruolo di leadership nella riduzione sostenibile dei costi e dei rischi d’impresa?

  • Interview – Chiara Montagna intervista Gionata Agnelli – Corporate Sourcing Director Salvagnini
  • Keynote Interview – Luca Bruschi – intervista Dario Ratini – Travel Specialist GrandVision Italy

Alla ripresa dei lavori sono state create 2 distinte sessioni di lavoro

  • TAVOLO 1: Conduzione Sergio Perego – Paolo Porfiri
    Digital procurement: l’efficienza dei processi e il continuo miglioramento

    • Il valore della digitalizzazione dei processi: come massimizzare i risultati della digitalizzazione dei processi di acquisto
    • Il continuo miglioramento: mantenere la spinta al continuo miglioramento della qualità per una reale creazione di valore.
    • Massimizzare l’investimento: quale approccio per garantire un’adozione rapida ed estesa dei nuovi processi e delle nuove tecnologie da parte di tutta l’organizzazione.
  • TAVOLO 2: Conduzione Bruno Mussini – Luca Mongiorgi
    Quanto vale la Supply Chain Collaboration

    • La tecnologia rappresenta un ottimo alleato per garantire un approccio proattivo nelle scelte di business e una governance degli acquisti tale da mitigare i rischi della supply chain. Come proteggere e migliorare la forza sul mercato e avere un impatto diretto sulla bottom line:
  • Lorenzo Bianchi – Chief Procurement & Logistics Officer AceaDelivering Value in procurement con la Robotic Process Automation.
  • A conclusione intervento di Fabrizio Santini – Purchasing manager, Presidente Stanley Black & Decker / ADACI

In collaborazione con ADACI è stata inoltre realizzata un’indagine dedicata a definire lo scenario operativo, skills e accountability dei CPO:

  • Equilibri tra i diversi livelli retributivi e assegnazione delle accountability
  • Skills e competenze trasversali richieste al CPO per la costruzione di relazioni con i fornitori e l’ottimizzazione del TCO
  • Quali sono i recenti orientamenti delle aziende leader e le best practice di mercato per attrarre, sviluppare e mantenere i talenti nel procurement