Un aiuto concreto a chi investe per la crescita

Nei primi otto mesi del 2018 il mercato del leasing è cresciuto del +9,9% e il numero delle stipule supera i 507mila contratti per un valore di oltre 19,6 miliardi di euro, dati che vanno ben oltre le previsioni effettuate a inizio anno.

Il trend positivo riflette la buona dinamica di quasi tutti i comparti, in particolare il leasing strumentale registra una crescita di +12,8% nel numero di contratti e di oltre il +10% nel valore della nuova produzione, sostenuto dalla crescita del leasing finanziario (+9,7% in numero e + 11,4% in valore) e dal leasing operativo (+15,3% in numero e +4,7% in valore). Il comparto Automotive (+8,8% in numero e +7,4% in valore) presenta una crescita nel numero di immatricolazioni in tutti i sotto-comparti, con una dinamica particolarmente positiva per le Autovetture in NLT (+12,9% in numero) che nel solo mese di agosto crescono del +35,2%. Si rafforza la ripresa del leasing immobiliare, che vede aumentare il numero dei nuovi contratti del +8,9% a fronte di un aumento del +12,5% del valore degli stessi. Si segnalano trend positivi nell’immobiliare costruito e nel da costruire (rispettivamente + 16,8% e + 6,6% nel valore), con picchi sulle operazioni “big ticket”. L’aeronavale e ferroviario conferma il trend positivo, continuando a registrare un’importante crescita sia sul numero delle nuove stipule (+29,1%) sia sui volumi (+17%). Tale buona dinamica è spinta dalle performance della nautica da diporto e dal navale commerciale, che unitamente rappresentano l’82% del comparto.

I dati parlano chiaro, il leasing sta vivendo il suo periodo più roseo dopo la crisi finanziaria del 2008. Questo l’hanno capito le banche, proponendo ai propri clienti e promuovendo sempre di più tale strumento ed anche le persone che fanno sempre più spesso uso a questa tipologia di finanziamento che grazie ad una serie di vantaggi e agevolazioni risulta essere frequentemente la migliore soluzione.

Parlando di agevolazioni non possiamo non nominare la Legge Sabatini 4.0 che anche quest’anno si conferma un’ottima soluzione per le imprese che scelgono di investire in beni strumentali, favorendo lo sviluppo e la crescita delle aziende italiane.

Ottimo riscontro è stato ottenuto dal leasing nautico, confermato anche dagli eccellenti esiti riscossi dal Salone di Genova che ha visto un aumento sia degli espositori che dei visitatori a conferma del rilancio del settore nautico.

In conclusione, è necessario che il leasing mantenga e sviluppi questo periodo di crescita che sta attraversando in ogni sua forma (strumentale, immobiliare, targato, nautico). Ovviamente le banche, anche se hanno captato le nuove richieste del mercato, dovrebbero spingere di più su questo strumento di finanziamento visto che la maggior parte delle società di leasing è di matrice bancaria e le operazioni proposte dalla rete delle banche non possono e non devono essere considerate una subordinata al finanziamento diretto.

A cura del Dott. Antognoli e del Dott. Cruz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *