Dalla Redazione In Evidenza NPL e crediti deteriorati

Npl, Credit Village lancia la prima edizione del Premio Osservatorio NPL Market: il 13 aprile si scopriranno i nomi dei vincitori

Una grande novità ci aspetta all’ Npl Investing & Collection Summit, il più importante evento italiano nel settore degli NPL, che si terrà il 13 aprile a Milano, a Palazzo Mezzanotte: Credit Village lancia la prima edizione del Premio Osservatorio NPL Market, che sarà consegnato all’Originator, all’Investor e al Servicer che si sono maggiormente distinti nell’attività di compravendita e gestione dei NPL nel 2017.

L’iniziativa nasce con l’obiettivo di dare un riconoscimento a chi ha contribuito maggiormente al mercato, facendo davvero la differenza, nel corso di quello che è stato l’anno degli NPL. Grazie ai dati oggettivi raccolti dall’ Osservatorio Nazionale NPL Market, e sulla spinta di un atavico desiderio di divulgare la cultura della gestione dei crediti, Credit Village ha individuato “the best player in the Italian NPL Market” per ognuna delle tre categorie, in base ad una serie di parametri. Lanciato a gennaio 2016, l’Osservatorio monitora in modo indipendente tutte le transazioni di crediti NPL avvenute in Italia e per il 2017 ha censito più di 240 operazioni completate nel corso dell’anno per un controvalore di oltre 70 miliardi di euro.

Il Premio Osservatorio Credit Village NPL Market è dunque frutto di una rigida selezione effettuata da un gruppo di analisti che ha incrociato i risultati ottenuti dai vari player nelle diverse aree considerate. Questo processo fa sì che i risultati non siano per nulla scontati.

Nel dettaglio per la categoria “Originator” si sono valutati:

  • Intensità dell’attività di dismissione delle sofferenze e numero di transazioni completate
  • Totale del GBV ceduto.
  • Diversificazione delle asset class cedute
  • Eterogeneità della size dei portafogli dismessi

Per la categoria “Investor” sono stati presi in considerazione:

  • Valore totale del GBV acquisito
  • Numero delle transazioni completate
  • Diversificazione delle asset class acquisite
  • Eterogenità della size dei singoli investimenti in acquisizioni
  • Operatività sul mercato primario e secondario

 

Infine, per la categoria “Servicer”, i parametri considerati sono:

 

  • Valore del GBV complessivo dei portafogli ricevuti in affidamento
  • Numero totale dei portafogli ricevuti in affidamento
  • Diversificazione della natura e tipologia di portafogli in gestione (asset class, size, origination)
  • Intensità nelle attività di M&A
  • Valore dei ricavi

Per scoprire i nomi dei primi vincitori del Premio Osservatorio Credit Village NPL Market vi aspettiamo il 13 aprile all’Npl Investing & Collection Summit!

Condividi articolo...
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *