Scelti per voi

Banco Bpm, Equita: 5 centesimi prezzo ultima cessione Npl

Il titolo Banco Bpm non beneficia della notizia arrivata venerdì scorso a mercato chiuso della cessione di un portafoglio di non performing loans unsecured del valore di 641 milioni di euro. Il portafoglio è composto da 1800 posizioni, quindi gli analisti di Equita ritengono si tratti di un portafoglio prevalentemente corporate visto che il ticket medio è di circa 350 mila.

La vendita verrà contabilizzata nel 2016 ma, come da prassi, il prezzo della transazione non è noto. Però “dato che la banca non si aspetta impatti negativi a conto economico, è ragionevole pensare, anche alla luce della tipologia di asset ceduti, che la valutazione sia intorno a 5 centesimi. Infatti il business plan di Banco Bpm prevede cessioni di Npl entro il 2019 per 8 miliardi di euro di cui 5 miliardi di euro unsecured a 5 centesimi e 3 miliardi di euro secured a 30 centesimi”, valutano gli esperti di Equita.

Il totale delle cessioni di Npl effettuate da quando è stata annunciata la fusione è di circa 1,6 miliardi di euro, pari al 20% dell’obiettivo di fine piano e al 50% per quanto riguarda la tipologia di asset ceduti (Npl unsecured). Inoltre, “dal momento che gli asset venduti dalla fine del terzo trimestre 2016 sono tutti unsecured, dovremmo aspettarci un rapporto di copertura in calo nei prossimi trimestri. L’istituto sta rispettando la tabella di marcia per la riduzione di Npl concordata con le autorità di regolamentazione”, commentano a Mediobanca Securities.

Ma il titolo Banco Bpm segue il mercato (-0,35% l’indice Ftse Mib) e perde lo 0,83% a 2,876 euro anche se gli analisti valutano positivamente l’operazione in quanto permette di migliorare la qualità degli attivi del gruppo senza avere ulteriori impatti negativi sul conto economico. “Restiamo convinti che l’accelerazione dell’esecuzione del piano di de-risking rappresenti il principale driver per un re-rating per il titolo Banco Bpm che tratta a un multiplo prezzo/capitale tangibile 2016 di 0,38 volte: a questi prezzi il mercato sconta un utile a regime di circa 380 milioni di euro, il 35% sotto le nostre stime di 562 milioni di euro”, rimarcano gli analisti di Equita che sul titolo Banco Bpm mantengono, quindi, il rating buy e il target price a 4,3 euro. Invece Mediobanca Securities ha ribadito il rating neutral e il target price a 3,20 euro.


Autore: Francesca Gerosa
Fonte:

Milano Finanza

nplequitabanco bpm

Redazione Credit Village

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

X