Normativa e regolamentazione

Tornano di moda i prestiti cambializzati: quali i vantaggi per banche e clienti?

Se molti credevano che le cambiali stessero per andare definitivamente in soffitta, arrivano smentite, infatti, sembrano essere tornati di moda i prestiti cambializzati. Si tratta di una tipologia di finanziamento che basa le proprie garanzie proprio sulla cambiale, attraverso la quale il cliente debitore si impegna a rimborsare il dovuto alla banca o alla finanziaria che gli ha erogato il capitale. Si tratta di un prestito personale molto particolare che offre delle garanzie aggiuntive all’istituto di credito. La cambiale dunque da strumento che poteva sembrare obsoleto torna in voga, in quanto sempre più persone hanno difficoltà ad accedere ad un finanziamento per via delle condizioni lavorative “precarie”. Gli istituti di credito chiedono garanzie e prediligono i clienti che possono dimostrare di avere i redditi “sicuri”, ossia quelli che provengono da lavori con contratto a tempo indeterminato o da una pensione di anzianità. Vista la difficile congiuntura economica e lavorativa molte persone, per poter ottenere un finanziamento, si stanno orientando verso tipologie di prestiti alternativi come, appunto, quelli cambializzati.

Vantaggi e svantaggi per banca e cliente

I prestiti cambializzati offrono molti vantaggi anche alle banche, La cambiale, infatti, è uno strumento di garanzia che permette all’istituto di credito di procedere, in caso di mancato pagamento, per via legali rifacendosi sui beni del richiedente in tempi brevi. Mentre con un normale finanziamento le tempistiche per il recupero crediti possono durare anche anni, con i prestiti cambializzati la procedura è molto più veloce perché in breve tempo si arriva all’atto esecutivo. Ovviamente vi sono vantaggi anche per il cliente, ad esempio chi non ha la possibilità di accedere al ‘classico’ prestito personale a causa di una cattiva storia creditizia passata o per problemi legati al reddito, può trovare un valido alleato nel prestito cambializzato. Grazie all’utilizzo di questo strumento e alle garanzie sopra citate in caso di eventuale inadempienza, la banca è più stimolata ad erogare il capitale richiesto.

L’aumento della richiesta dell’uso delle cambiali mostra come sia cambiato profondamente il mondo dei prestiti personali, rispetto a qualche anno fa, complici anche i tassi di interesse più bassi che incidono ancor più sul prestito cambializzato che diviene più interessante. Insomma la cambiale ancora per parecchio non sembra destinata ad andare in pensione.

Condividi articolo...
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *