Dalla Redazione NPL e crediti deteriorati

Scope Ratings incassi NPL italiani verso livelli pre-Covid

Gli incassi sui portafogli NPL cartolarizzati hanno registrato un andamento volatile negli ultimi mesi, in base al rendiconto periodico compilato da Scope Ratings si stanno stabilizzando su un livello di circa 10-15% inferiore rispetto a quanto registrato prima della pandemia.

Dopo il picco registrato nel mese di luglio, in seguito alla riapertura dei tribunali, l’andamento dei recuperi ha registrato una flessione stagionale legata ai mesi estivi.

Da settembre il percorso di stabilizzazione ha visto ridursi gradualmente la volatilità.

Gli analisti dell’agenzia di rating prevedono un assestamento su livelli ancora inferiori al periodo precedente alla pandemia a causa dell’influenza nel breve termine della congiuntura economica. Quest’ultima risentirà dei provvedimenti di restrizione alla circolazione introdotti negli ultimi mesi del 2020 per limitare la diffusione dei contagi.

Le strategie extra-giudiziarie hanno sofferto maggiormente dallo scoppio della pandemia, registrando costantemente incassi inferiori ai volumi pre-Covid (vedi Figura 2).

Ciò è stato determinato dal deterioramento delle condizioni economiche e dal peggioramento dell’accessibilità dei mutuatari. Le vendite di banconote sono state più volatili. La domanda degli investitori, nel frattempo, è stata guidata principalmente dagli alti profitti e dalle prospettive positive a lungo termine.
Questo rapporto mostra la performance delle cartolarizzazioni di NPL italiani valutate da Scope su base deal-by-deal, sulla base delle relazioni mensili di servicing disponibili fino a novembre 2020.

Link al report completo in inglese 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X