Dalla Redazione In Evidenza NPL e crediti deteriorati

Credit Village Italian Digital Week: “Un confronto tra i protagonisti del mercato NPL per impostare la ripartenza”

Nel primo trimestre 2020 nel mercato italiano sono state realizzate 73 operazioni corrispondenti ad una stima di circa 1,9 miliardi di euro di cui 26 sul mercato secondario e 22 riguardanti portafogli single name con meno di 10 posizioni ciascuno (dati Credit Village).

30 aprile 2020 – 4 giorni di live streaming, quattro panel, 20 speaker e oltre 400 partecipanti. Sono i numeri della Credit Village Italian Digital Week, la prima conference in live streaming sul mondo degli asset deteriorati conclusasi poco fa che ha fatto virtualmente incontrare banche, investitori, operatori del real estate e servicers.

“L’obiettivo di questo dibattito virtuale era quello di far circolare idee tra il mercato per poter impostare la ripartenza, e crediamo di averlo centrato” è il commento degli organizzatori, Roberto Sergio e Gianpaolo Luzzi di Credit Village e Mara Di Giorgio di T.W.I.N. Srl.

In un mercato degli NPL che nel primo trimestre del 2020 ha registrato 73 operazioni (76 nel primo trimestre 2019 corrispondenti ad una stima di circa 3,4 miliardi di euro), si percepisce dagli operatori incertezza per il futuro ma anche idee propositive per superare questa crisi e mettersi al servizio dell’economia reale del Paese. Particolarmente dinamico il dibattito sul mercato del Real Estate tenutosi mercoledì, che ha toccato uno dei problemi più sentiti in questo momento ovvero la chiusura dei Tribunali e l’ulteriore ampliamento dei tempi della Giustizia. Di seguito le principali evidenze emerse dai quattro panel di discussione (per maggiori dettagli si veda il live tweeting dell’evento sul profilo Twitter di @CreditVillage con #CVIDW):

  • necessità di far rientrare anche il factoring nelle forme di finanziamento previste dai Decreti Cura Italia e Liquidità;
  • i decreti riversano sulle banche il problema della valutazione di concedere o meno liquidità alle imprese;
  • i crediti Utp sono fortemente colpiti dalla crisi;
  • il prezzo delle cessioni di NPL è già in flessione, gli investitori esteri approfittano di questo momento di crisi, altri si distanziano dall’Italia e scelgono asset class più liquide;
  • i volumi di NPL transati potrebbero essere comunque alti e assestarsi su 30/32 miliardi di euro nell’anno;
  • gli investitori italiani del settore continuano ad investire sulle asset class per loro strategiche
  • è importante per gli investitori condividere con le cedenti il valore del sottostante e delle fees di servicing
  • la ricerca finalizzata all’acquisto di una casa non è diminuita
  • alcune banche useranno il Covid come giustificazione per portare a deteriorato posizioni corporate che lo erano già prima o che non sanno come gestire;
  • le banche devono adottare meccanismi di early warning per i crediti Utp per far ritornare in bonus le posizioni che meritano una seconda chance;
  • la giustizia deve, adesso, migliorare i processi legali di vendita, adottare linee guida condivise tra tribunali ed elevare le vendite giudiziali anche al libero mercato. Proposta di aprire i tribunali in estate;
  • il mercato del credito ha bisogno di investitori e capitali pazienti;
  • per i servicers vanno rivisti i business plan e i flussi di cassa, adattando la struttura di costi variabili e investendo in tecnologia per l’efficientamento dei processi. Parola d’ordine: flessibilità;
  • il 70% delle cartolarizzazioni in Italia non è in under performance;
  • per limitare l’impatto sul settore del servicing serve sbloccare il cash in court, trovare ove possibile accordi con il debitore soprattutto per asset corporate e puntare su cessioni sul mercato secondario di posizioni single name o piccoli portafogli.

Le registrazioni dei panel saranno a disposizione per gli iscritti alla Italian Digital Week (con link riservato) a partire dal 4 maggio sul canale YouTube di Credit Village. Sempre su YouTube verranno pubblicate le interviste singole  – accessibili a tutti – a: Francesco Vovk, (Presidente UNIREC), Luigi Macchiola (Direttore Generale ASSILEA), Alberto Viano, Amministratore Delegato Leaseplan Italia.  Solo per gli iscritti alla Italian Digital Week, con link riservato, saranno a disposizione le voci di: Mirco Briozzo (Vice Direttore Generale, Credito Fondiario), Lelio Cacciapaglia (Direttore Tributario Ministero dell’Economia e delle Finanze) e Francesco Lombardo (Partner financing and capital markets, Freshfields).

I dettagli dei panel e degli argomenti trattati sono a disposizione su https://italiandigitalweek.events

Redazione Credit Village

Credit Village è oggi il punto di incontro e riferimento - attraverso le sue tre aree, web, editoria, eventi - di professionisti, manager, imprenditori e operatori della gestione del credito. Nasce nel 2002 con l’intento di diffondere anche in Italia, così come avveniva nel mondo anglosassone, la cultura del Credit e Collection Management.

INFORMAZIONE IMPORTANTE : Si comunica che in ottemperanza all'emergenza sanitaria per evitare il diffondersi del COVID-19 e alle relative disposizioni ministeriali, la sesta edizione del CvSpringDay è stata rinviata. La nuova data dell'evento verrà comunicata prossimamente. Ci scusiamo per eventuali disagi creati. Grazie.Sito Ufficiale Evento
+
X