Dalla Redazione

Rottamazione cartelle, novità: la Camera da l’ok alla proroga, nasce Equipro

La Camera ha finalmente dato l’Ok alla proroga della rottamazione delle cartelle Equitalia. La proroga arriva con un emendamento al Dl sisma in commissione Ambiente alla Camera, attraverso la riformulazione di un emendamento a cura di Giulio Cesare Sottanelli (Sc-Ala). Il termine del 31 marzo slitta dunque al prossimo 21 aprile, 3 settimane in più per i contribuenti che intendono presentare istanza di adesione alla rottamazione delle cartelle. Boccata di ossigeno per tutti coloro, e sono molti, che intendono aderire alla rottamazione, le domande non si arrestano e ad oggi sono già a quota 440 mila. La modifica approvata permetterà altresì ad Equitalia un maggior lasso di tempo, nello specifico fino al 15 giugno 2017, per rispondere ai contribuenti indicando loro gli importi dovuti e il pagamento in unica data o ripartito in cinque versamenti. I termini dei pagamenti, però, nonostante la proroga approvata, occorre specificarlo per evitare fraintendimenti, restano invariati e quindi il primo o unico appuntamento per il saldo è per la fine di luglio 2017. Inoltre per i contribuenti residenti nei comuni colpiti dal sisma del Centro Italia tutti i termini della rottamazione, compresi quelli ora prorogati, slittano di un anno.

Nasce Equipro: di cosa si tratta?

Un’altra novità è la nascita di Equipro, una nuova area riservata a disposizione di commercialisti, consulenti del lavoro, tributaristi, centri di assistenza fiscale (Caf) e associazioni di categoria che possono così utilizzare i servizi on-line di Equitalia. Si tratta altresì di un nuovo servizio a disposizione di chi vuole avvalersi di un professionista di fiducia per avere sempre sotto controllo cartelle, avvisi, rate e scadenze. Entrando nell’area riservata del portale di Equitalia, gli intermediari e i loro incaricati abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, possono dal proprio dispositivo (Pc, smartphone e tablet) senza andare allo Sportello:

  • visualizzare on line la situazione debitoria (cartelle di pagamento emesse dal 2000)
  • i piani di rateizzazione dei loro clienti,
  • utilizzare una serie di funzionalità operative.

In particolare possono pagare cartelle e avvisi, ottenere la rateizzazione e trasmettere istanze di rateizzazione per importi fino a 60mila euro o di sospensione legale della riscossione. Sempre per conto dei propri assistiti, i professionisti abilitati possono trasmettere dichiarazioni per aderire alla definizione agevolata ai sensi del D.L. n. 193/2016, convertito con modificazioni dalla Legge n. 225/2016. Grazie alla proroga i professionisti avranno ora 3 settimane in più per procedere alla trasmissione delle dichiarazioni. L’intermediario o l’incaricato abilitato per poter accedere all’Area riservata del portale di Equitalia deve necessariamente

  • essere già abilitato al servizio Entratel dell’Agenzia delle entrate;
  • essere abilitato alla funzione denominata “servizi on-line Equitalia”.

Inoltre gli intermediari devono ricevere la delega dai loro assistiti ai nuovi servizi.

 

 

Condividi articolo...
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *