Credito e consumatori

Prestiti in aumento l’importo delle richieste

Secondo l’Osservatorio sul credito al Consumo di Prestiti.it e Facile.it non solo tiene la domanda dei prestiti personali, ma sono gli stessi importi richiesti a confermare l’interesse delle famiglie italiane nei confronti di questo strumento di pagamento per la gestione delle proprie spese. Si chiedono più prestiti e si necessita di un importo più alto del 9% rispetto ad 1 anno fa, nello specifico le cifre medie richieste sono cresciute dell’1.2% rispetto a sei mesi fa.

L’analisi è stata condotta su un campione di oltre 30 mila domande di prestito presentate nel periodo compreso tra maggio e ottobre 2016, ed è emerso come l’importo che gli italiani hanno cercato di ottenere si attesti all’incirca sui 11.200 euro.

Chi è maggiormente propenso a richiedere un prestito e per quale uso?

Chi richiede maggiormente un prestito è uomo nel 73% dei casi, ha 40 anni, dato in decrescita di 2 anni rispetto a sei mesi fa, e conta a ripagare il debito contratto avendo uno stipendio mensile pari a 1.570 euro. Una differenzia sostanziale, emersa nell’ultima rivelazione, è il periodo entro cui si conta di restituire il prestito che si aggira sulle 60 rate anziché 66 mensilità della rilevazione precedente. Il finanziamento viene sottoscritto per ragioni differenti:

  1. acquistare un’auto usata, 21.9% delle motivazioni date,
  2. per liquidità 15.3%,
  3. per ristrutturale casa 15%.
  4. Si richiede un prestito anche per acquistare un auto nuova 7.6%
  5. e moto usate 7.2%
  6. Raddoppiati anche i prestiti per le vacanze (dallo 0,7% all’1,5% del totale), ma in questo caso la rilevazione potrebbe chiaramente essere condizionata dai mesi estivi, cadendo la rilevazione nei mesi vacanzieri..

Vi è una differenza di genere nei finanziamenti richiesti:

  • le donne ricorrono in misura minore ai finanziamenti e puntano a somme più basse che si attestano sui 10.600 rispetto agli 11.500 degli uomini, conta anche lo stipendio base, che per le prime si attesta sui 1.350 euro, contro i 1.650 euro degli uomini.
  • In comune le motivazioni: si cerca maggiore liquidità e si richiede un finanziamento per acquistare un’auto

Le richieste maggiori , al di là del genere, risultano in Valle d’Aosta (con 12.800 euro), Sardegna (12.000) e Calabria (11.600), mentre il Molise è l’unica regione a chiedere meno di 10.000 euro. La durata oscilla tra i 55 mesi del Molise e i 65 mesi della Valle d’Aosta

 

Condividi articolo...
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *